Foto Not
Foto Not

Not


L’uva diraspata viene lasciata fermentare con le proprie bucce in un tino grande per 8 giorni con l’utilizzo di soli lieviti indigeni e senza raffreddamento forzato. Il contatto con le bucce dona immediatamente al vino un colore molto intenso che può variare, rispetto al grado di maturazione delle uve, dal ambrato scuro al rosato intenso. Dopo una lieve pressatura il vino viene trasferito nella cantina inferiore di invecchiamento, dove rimane sui propri lieviti in botte grande di rovere di Slavonia per due anni, fino all’imbottigliamento.

print_pdf